Spread the word feel the world

Ecco i video accuratamente preparati per lo scambio giovani che ha avuto luogo ad Edessa; al progetto hanno partecipato 5 membri dell’associazione Paolab.

Buona visione!

https://www.youtube.com/watch?v=u16eTzRSIeY&feature=youtu.be

Di seguito è riportato il link del blog ufficiale del progetto:

http://spread-the-word-2014.blogspot.it/

Alcune presentazioni su cui si è lavorato durante il progetto:

Food

Language_a universal phenomenon (2)

GESTURES

Queste sono le parole scelte dal gruppo che ha rappresentato Paolab al progetto (in attesa dell’hand-book con le parole selezionate da tutti i gruppi):

Our-untranslatable-words-2 (1)

Spread the Word, Feel the World @ Edessa (Greece)

Finalmente è arrivato il 22 Aprile, il primo giorno della nostra avventura ellenica.
Il nostro Team, composto da cinque membri (Ewa Zapal, Orlando Carnevale, Gustavo Di Santo, Emanuele Carnevale, Veronica Sirianni ) è veramente entusiasta  di rappresentare l’Italia nel progetto interculturale “ Youth-Exchange: Spread The World, Feel The World” che si terrà ad Edessa (Capitale Europea dei Giovani 2014); durante questi ultimi mesi abbiamo lavorato molto al fine di far del nostro meglio.
Il punto chiave è quello di lavorare sulle parole “intraducibili”, parole uniche che esistono solamente nella nostra lingua madre, e che non hanno corrispondenza nelle altre.
Abbiamo deciso di partecipare a quest’esperienza meravigliosa poiché il nostro linguaggio è parte integrante della nostra identità culturale, e sarà molto interessante confrontarsi con gli altri Paesi e scoprire nuove cose della loro cultura.
Di certo, sarà un’esperienza costruttiva e sensazionale che ci permetterà di costruire rapporti interculturali e di assottigliarne le differenze,  partendo dal confronto linguistico e procedendo per gradi grazie alle varie attività, e arrivando a scoprire usi e costumi dei Paesi che hanno aderito a questa iniziativa.
Permetterà ad ognuno di noi di migliorare le nostre capacità lavorative di gruppo, il nostro pensiero critico, e ad acquistare più fiducia in noi stessi.
Inoltre, ci permetterà ci conoscere tante persone nuove, con backgrounds diversi dal nostro, con cui potremo discutere e confrontare le idee per avere una visione completa degli argomenti trattati.
Non di minore importanza saranno le attività dedicate all’importanza delle prossime Elezioni Parlamentari Europee, e ai relativi progetti stanziati dall’UE, giusto per citarne uno, le nuove possibilità offerte dall’Erasmus+.
Ci aspetta insomma una lunga e interessante settimana, e noi siamo pronti a imparare il più possibile per riportarvi al meglio la nostra esperienza.
Kalispera!